Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Appalti col "trucco" per le autostrade siciliane, ci sono 57 indagati

La Dia ha eseguito 12 ordinanze cautelari

 

Gli agenti della Dia di Catania e Messina hanno eseguito diverse misure cautelari, che prevedono la sospensione dalla professione, nei confronti di dodici tra dirigenti e dipendenti del Consorzio per le autostrade siciliane. Sono in tutto una cinquantina gli indagati. Tra loro c'è anche il sindaco di un comune della fascia tirrenica del Messinese. Al centro delle indagini ci sarebbe la percentuale di circa il 2 per cento che spetta per legge a chi segue appalti pubblici, pagata alla fine dei lavori.

VAI ALL'ARTICOLO

Secondo l’accusa, molti progetti per cui sarebbero stati incassati i soldi, non sarebbero stati conclusi o neppure esistiti. Il danno per il consorzio in due anni è stato stimato in oltre un milione di euro. La Dia sta eseguendo anche un sequestro di beni equivalente per lo stesso importo. I dipendenti coinvolti nell'inchiesta sono complessivamente 57. Per 12 di loro è stato emesso il provvedimento di sospensione.

Potrebbe Interessarti

Torna su
CataniaToday è in caricamento