Appalto rifiuti, arrestato il sindaco di San Pietro Clarenza

Operazione delle fiamme gialle. Gli appalti oggetto dell'indagine, per un valore complessivo di oltre 3 milioni di euro, sono relativi al periodo 2015-2018

Il sindaco, Giuseppe Bandieramonte, e un funzionario del Comune di San Pietro Clarenza e l'amministratore e un dipendente di una società privata sono stati arrestati da militari della guardia di finanza di Catania per corruzione per atti contrari ai doveri d'ufficio e turbata libertà degli incanti.

Al centro dell'inchiesta della procura distrettuale di Catania la procedura di gara per l'assegnazione del servizio di raccolta, spazzamento e trasporto rifiuti. Gli appalti oggetto dell'indagine, per un valore complessivo di oltre 3 milioni di euro, sono relativi al periodo 2015-2018. Nei confronti degli indagati il Gip di Catania ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per due e agli arresti domiciliari per altri due.

In aggiornamento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione a Librino, ladri piazzano bomba davanti a un tabacchi: un morto

  • Vertice a Catania sul Coronavirus: chi ha sintomi non vada in ospedale

  • Assalto in banca con escavatore a Trecastagni: si cercano i ladri in fuga

  • Bomba davanti a distributore tabacchi, identificata la vittima: 19enne incensurato e studente

  • Musumeci convoca nuovo vertice sul Coronavirus: in arrivo misure precauzionali

  • "Cattivo Tenente", i nomi degli arrestati

Torna su
CataniaToday è in caricamento