Armati di pistola rapinano un tabacchi, arrestati due giovanissimi

Gli uomini della squadra mobile di Catania hanno arrestato due dei quattro rapinatori. Sono in corso le ricerche dei complici

Alle ore 19.45 circa di ieri, 6 settembre, la sala operativa diramava una nota radio di rapina in atto presso una rivendita di tabacchi, ad opera di quattro uomini, giunti a bordo di due differenti motocicli, travisati con passamontagna di colore scuro e armati di pistola. Questi, sotto la minaccia di una pistola, costringevano il titolare dell’esercizio commerciale a farsi consegnare l’incasso e, contestualmente, sottraevano svariati pacchetti di sigarette posizionate sugli espositori.

In breve tempo, mentre alcune pattuglie della squadra mobile, Sezione Quarta - “Contrasto al Crimine Diffuso”, si dirigevano verso il luogo in cui la rapina si stava consumando, altre si posizionavano sulle vie limitrofe, al fine di intercettare i rapinatori lungo le possibili vie di fuga. Proprio in una di queste vie, precisamente lungo la via Consolazione, in lontananza, gli agenti notavano due soggetti a bordo di uno scooter Aprilia Scarabeo di colore grigio che trasportavano un vistoso sacco nero posizionato sulla pedana del mezzo.

Intuendo che potesse trattarsi della refurtiva, i poliziotti decidevano di fermarli e controllarli, ma i due soggetti, alla vista della pattuglia, hanno iniziato a fuggire. Il breve inseguimento, che si svolgeva per le vie del quartiere Borgo, si è concluso in via Cesare Vivante con il fermo dei due. Una volta bloccati, i giovani, posti dinanzi all’evidenza dei fatti, ammettevano di essere gli autori della rapina ai tabacchi e che nel sacco in plastica era contenuta parte della refurtiva sottratta. Invero, si trattava di circa 140 pacchetti di sigarette di varie marche, per un valore stimato di circa 5.000 euro, nonché di svariati gratta e vinci e della somma di circa 500 euro prelevata dalla cassa, il tutto successivamente restituito al legittimo proprietario.

Contestualmente, le altre pattuglie intervenute in ausilio, rinvenivano lungo la via di fuga il passamontagna con due fori praticati all’altezza degli occhi, un paio di guanti ed una felpa di colore nero, utilizzati per l’irruzione all’interno della tabaccheria. A seguito di quanto accaduto, Giovanni Pasqualino Di Benedetto e Lorenzo Rotondo Cocco venivano dichiarati in stato di arresto per rapina aggravata in concorso e resistenza a Pubblico Ufficiale ed associati presso la casa circondariale di piazza Lanza a disposizione dell'autorità giudiziaria. Sono in corso serrate indagini volte alla identificazione degli altri due responsabili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento