menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Armi e droga, in carcere presunto affiliato del clan Assinnata-Alleruzzo

I carabinieri trovarono nel 2013 in casa di Antonino Puglisi un arsenale e oltre 2 chilogrammi di sostanza stupefacente

I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Paternò hanno arrestato il 50enne Antonino Puglisi, del posto, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dalla Corte di Appello di Catania.

L’uomo, arrestato sempre dagli uomini del Nucleo Operativo di Paternò il 18 marzo 2013, giorno in cui scovarono in casa del reo un arsenale nonché oltre 2 Kg di droga (presumibilmente appartenenti al clan mafioso degli Assinnata-Alleruzzo), è stato giudicato e ritenuto colpevole dai giudici dei reati di: detenzione di armi clandestine, detenzione illegale di armi da guerra e comuni da sparo, ricettazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, per i quali dovrà scontare una pena equivalente a 5 anni, 3 mesi e 19 giorni di reclusione. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere di Catania Piazza Lanza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

social

Classifica nazionale 'Luoghi del cuore FAI' - Catania presente con 3 siti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento