menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fucile con matricola abrasa e munizioni nascoste in casa: meccanico in manette

Nascondeva l'arma nella sua officina: sarà passata al vaglio dei Ris di Messina per verificare il suo utilizzo in eventuali episodi criminosi

I carabinieri della stazione di Caltagirone, coadiuvati dai colleghi dello squadrone eliportato Cacciatori “Sicilia”, hanno arrestato il 48enne Giovanni Sparacino con l'accusa di detenzione di arma clandestina, ricettazione e detenzione illegale di munizioni.

Nell’ambito di una battuta eseguita nelle aree rurali della frazione di Granieri, i militari hanno avuto accesso alla proprietà dell’uomo, dove si trova, oltre all’abitazione, anche un capannone adibito ad officina meccanica. In quest'ultima sono stati rinvenuti e sequestrati: 1 fucile calibro 12 marca E. Rizzini, con la matricola abrasa e 98 munizioni del medesimo calibro illegalmente detenute. L’arma, nei prossimi giorni, sarà inviata agli esperti del Ris di Messina per essere sottoposta a specifici esami che potrebbero stabilirne la provenienza e l’eventuale utilizzo
in precedenti episodi criminosi. L’arrestato, in attesa delle determinazioni dell’autorità giudiziaria si trova agli arresti domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Spostamenti tra Regioni - Cos'è e come ottenere il 'certificato verde'

Salute

Ospedale Garibaldi Nesima, nuovi microscopi per l'oftalmologia

Sicurezza

Pulizie di casa - Proprietà e benefici dell'aceto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento