Squadra mobile, tutti gli arresti della settimana

Nell’ambito dell’attività volta al rintraccio di soggetti destinatari di provvedimenti restrittivi, la Polizia di Stato ha eseguito ordini di esecuzione per la carcerazione disposti dall’Autorità Giudiziaria. Ecco chi è stato arrestato

Nell’ambito dell’attività volta al rintraccio di soggetti destinatari di provvedimenti restrittivi, la Polizia di Stato ha eseguito ordini di esecuzione per la carcerazione disposti dall’Autorità Giudiziaria. In particolare, personale della Squadra Mobile ha tratto in arresto:

Giacomo Sagone (cl.1980) - pregiudicato, in atto agli arresti domiciliari, destinatario di ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso in data 27.12.2018 dalla Procura Generale della Repubblica di Catania – Ufficio Esecuzioni penali, dovendo espiare la pena di anni 8 e mesi 2 di reclusione per i reati di riciclaggio, resistenza a P.U. e lesioni personali in concorso, nonché reati in materia di stupefacenti;

Venerina Ferlito (cl.1973) - pregiudicata, in atto agli arresti domiciliari, destinataria di ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso in data 13.12.2018 dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Catania – Ufficio Esecuzioni penali, dovendo espiare la pena di anni 7 e mesi 8 di reclusione (con decorrenza dal 3.7.2014 e termine il 2.3.2022) per reati in materia di stupefacenti; 

Antonio Nocita (cl.1982) - pregiudicato, destinatario di ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso in data 22.12.2018 dalla Procura Generale della Repubblica di Catania – Ufficio Esecuzioni Penali, dovendo espiare la pena di anni 6, mesi 3 giorni 28 di reclusione per reati in materia di stupefacenti ed evasione; 

Luca Massimo Iemolo (cl.1976) - pregiudicato, latitante, destinatario di ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso in data 20.7.2015 dalla Procura della Repubblica presso la Corte d’Appello di Catania, dovendo espiare la pena di anni 1 e mesi 4 di reclusione per il reato di associazione per delinquere. Iemolo è stato tratto in arresto presso l’aeroporto di Catania - Fontanarossa ove è giunto a bordo di un aereo proveniente dall’estero. Espletate le formalità di rito, Luca Massimo Iemolo è stato associato presso la casa circondariale di Catania, piazza Lanza;

Giuseppe Litrico (cl.1981) - pregiudicato, perché ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Personale della Squadra Mobile, Sezione “Contrasto al Crimine Diffuso”, nel corso di mirati servizi di controllo del territorio, nel rione Librino, ha proceduto al controllo, del predetto il quale viaggiava a bordo di un’autovettura con targa estera. La perquisizione eseguita all’interno del veicolo ha consentito di rinvenire e sequestrare, occultato all’interno del cruscotto anteriore del veicolo, n.1 involucro contenente sostanza stupefacente del tipo cocaina, per un peso complessivo di gr.55 circa, e di un ulteriore involucro contenente gr.0,40 circa della medesima sostanza. Espletate le formalità di rito, Giuseppe Litrico è stato dichiarato in stato di arresto e posto a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Alessandro Angelo Guzzardi (cl.1989) - perché ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo marijuana. Nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, nel rione San Giovanni Galermo, personale della Squadra Mobile - Sezione “Antidroga” e del Commissariato di P.S. Nesima, ha proceduto al controllo di Alessandro Angelo Guzzardi. La perquisizione personale ha consentito di rinvenire e sequestrare n.39 involucri contenenti sostanza stupefacente del tipo marijuana, per un peso complessivo di gr.50 circa, nonché una somma di denaro, ritenuta provento dell’attività illecita. Espletate le formalità di rito, Alessandro Angelo Guzzardi è stato dichiarato in stato di arresto e posto a disposizione dell'Autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento