Droga, arrestati un vigile urbano e un ambulanziere

I carabinieri della compagnia di Giarre, sabato pomeriggio, hanno arrestato in flagranza di reato due persone per possesso e spaccio di droga. Il sindaco D'Anna: "Ho subito sospeso l'agente dal servizio"

I carabinieri della compagnia di Giarre, a seguito di un’attività info investigativa, sabato pomeriggio, hanno arrestato in flagranza di reato due persone per possesso e spaccio di droga. Tra i due un vigile urbano, attualmente in servizio presso il Comune di Giarre. Si tratta di Domenico Angelino, 34enne, originario di Randazzo, in servizio al comando di via Callipoli dal 2011 - ora ai domiciliari - e di un 24enne di Giarre, Orazio Leotta, autista di ambulanze e portantino sanitario, con precedenti di polizia, già trasportato nel carcere catanese di piazza Lanza.

La notizia, pubblicata dal quotidiano della costa ionica GazzettinoOnline, ha creato scalpore in città, portando anche il sindaco ad inviare una nota. "Ho appreso con rammarico dell’arresto di un nostro Agente di Polizia Locale. L’ufficio ha subito attivato le procedure previste per tali avvenimenti e sospeso dal servizio l’Agente fino alla conclusione della misura cautelare salvo ulteriori provvedimenti nel caso di accertamento delle sue responsabilità".

"Ringrazio l’Arma dei Carabinieri per il costante impegno profuso e rinnoviamo la nostra collaborazione alle forze di Polizia per un’azione di rilancio dei valori della legalità, punto cardine dell’azione quotidiana dell’Amministrazione Comunale. Stamane ho ricevuto la comunicazione ufficiale della riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica convocato per Venerdì prossimo, e in tale sede, ribadiremo la nostra esigenza di sicurezza e legalità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento