Arrestato corriere della droga, nascondiglio "alla Diabolik" per la coca

L'uomo, proveniente dalla Calabria, aveva con sè cocaina nascosta nell'auto per un valore di oltre 400mila euro

Aveva nascosto tramite un ingegnoso marchigegno oltre 3 panetti di cocaina, del peso di oltre 3 chili, in un vano ricavato sotto il sedile del passeggero anteriore che si apriva con un complesso sistema di calamite e sensori elettrici nascosti a bordo del mezzo. 

Video | Il "trucco" scoperto dalla polizia

Un trucco degno di Diabolik ma che non è bastato per passare indenne ai controlli della polizia. Così Giuseppe Viola, di 33 anni, già noto alle forze dell'ordine è stato arrestato con l'accusa di detenzione e trasporto di sostanza stupefacente.

Viola era stato monitorato dalla  squadra mobile - sezione “Antidroga” già dall'inizio del suo viaggio. Dalla Calabria, infatti, il corriere avrebbe dovuto trasportare la droga sino in Sicilia. Così il suo percorso, a partire dal porto di Messina sino alla città etnea, è stato seguito dagli agenti e poi fermato nei pressi del casello di San Gregorio.

Dal controllo è emerso il possesso della cocaina che immessa sul mercato avrebbe fruttato una cifra pari a 400 mila euro circa. Viola è stato arrestato e si trova nel carcere di piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento