rotate-mobile
Cronaca

Tentato omicidio e rissa aggravata, polizia arresta un latitante

Nella mattinata di ieri, gli uomini del commissariato centrale hanno individuato e arrestato il cittadino mauriziano Desiré Veeren, latitante dopo una violenta rissa con un connazionale l'11 marzo scorso

Nella mattinata di ieri, gli uomini del commissariato centrale hanno individuato e arrestato il cittadino mauriziano Desiré Veeren, classe 1994, in esecuzione del provvedimento restrittivo emesso dal Gip di Catania che sostituiva la misura cautelare degli arresti domiciliari con quella della custodia in carcere.

L'uomo, infatti, nel mese di luglio scorso, nonostante fosse agli arresti domiciliari per i reati di "tentato omicidio e rissa aggravati e porto abusivo di arma da taglio" commessi l’11 marzo al culmine di una rissa nel corso della quale ferì un connazionale, era evaso, rendendosi irreperibile. Gli genti di polizia hanno quindi redatto un'informativa utilizzata poi dal Gip per emettere il provvedimento restrittivo. 

Dopo una intensa attività info-investigativa, si è venuto a sapere che Desiré, allontanatosi da Catania già da diversi mesi, aveva fatto temporaneamente rientro. Ed è così che nelle prime ore della mattinata di ieri, al termine di un servizio di appostamento, i poliziotti del commissariato centrale l'hanno individuato e catturato, ponendo fine alla sua latitanza. Dopo le formalità di rito, l'uomo è stato condotto presso la casa circondariale di piazza Lanza, a disposizione dell’autorità giudiziaria competente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentato omicidio e rissa aggravata, polizia arresta un latitante

CataniaToday è in caricamento