Arrestato rapinatore seriale dell’autogrill sulla Messina-Catania

In uno degli episodi, irritato per l’esigua somma di denaro trovata nella cassa, l’autore della rapina non ha esitato a sferrare un pugno allo stomaco a un’impiegata, per poi integrare il bottino arraffando dei tagliandi “Gratta & Vinci”

Nei giorni scorsi, la polizia stradale ha dato esecuzione ad un’ordinanza di arresto emessa dal Gip del Tribunale etneo, a carico di Orazio Salvatore Maugeri (classe 1983), indagato per quattro rapine commesse tra gennaio e marzo dello scorso anno, ai danni dell’autogrill nell’area di servizio “Aci Sant’Antonio Ovest” dell’autostrada A/18 Messina Catania. Le rapine, che hanno fornito un bottino complessivo di circa 1.000 euro, sono state commesse tutte con lo stesso modus operandi: ovvero, da un bandito solitario che, in orario notturno, travisandosi il viso con il cappuccio di un giubbotto tipo “bomber”, utilizzava un grosso giravite per minacciare gli impiegati di turno.

In uno degli episodi, irritato per l’esigua somma di denaro trovata nella cassa, l’autore della rapina non ha esitato a sferrare un pugno allo stomaco a un’impiegata, per poi integrare il bottino arraffando dei tagliandi “Gratta & Vinci” inoltre, non soddisfatto, le ha anche lanciato un bicchiere di vetro, che fortunatamente la giovane è riuscita a schivare.

Nonostante il rapinatore agisse con il volto coperto, la polizia ha raccolto dichiarazioni di testimoni e altri spunti di indagine che ne hanno consentito l’identificazione in Orazio Salvatore Maugeri. Nel corso delle successive indagini, a carico di quest’ultimo è stata operata una perquisizione che ha consentito il rinvenimento di alcuni capi di abbigliamento utilizzati in occasione delle rapine. Un riscontro che, unito all’impiego della propria autovettura rimasta immortalata in alcune sequenze tratti da impianti di videosorveglianza, ha permesso la composizione di un quadro indiziario di assoluta gravità. Rintracciato, è stato così arrestato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento