Arrestato sorvegliato speciale in trasferta: sequestrati 5 coltelli

Il 33enne catanese Giuseppe D'Ignoti si trovava in compagnia di un 20enne di origini romene, anch'egli denunciato per porto d'armi atti ad offendere

I carabinieri di Caltagirone e di Mirabella Imbaccari, coadiuvati dai colleghi della C.I.O. del 12° Reggimento Sicilia, nel corso di un servizio coordinato di controllo del territorio, svolto nel comune di Mirabella Imbaccari, hanno arrestato il 33enne catanese Giuseppe D'Ignoti, poiché ritenuto responsabile della violazione degli obblighi inerenti la sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno. L’uomo è stato controllato dai militari mentre si trovava in compagnia di un 20enne di origini romene residente a Mirabella Imbaccari. Sottoposti a perquisizione personale sono stati trovati in possesso di: 2 coltelli nella disponibilità del catanese e 3 in quella del romeno. Tale rinvenimento ha fatto scattare per i due la denuncia per porto di armi od oggetti atti ad offendere. Nel medesimo contesto operativo i carabinieri hanno altresì: controllate 15 persone; controllati 7 veicoli; eseguite 5 perquisizioni; elevate 2 sanzioni al codice della strada (art 80 - omessa revisione; art. 180 - guida senza patente). L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato relegato agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento