rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Cronaca

Denunciato dalla convivente per sfruttamento della prostituzione

In diverse occasioni la convivente veniva minacciata mediante uso delle armi e costretta, oltre a farsi fotografare nuda in pose oscene, ad intrattenere rapporti sessuali contro la sua volontà

I Finanzieri del Gruppo della Guardia di Finanza di Catania, nell’ambito di attività di Polizia Giudiziaria disposta dal Comando Provinciale di Catania, ed a seguito di denuncia presentata dalla convivente di N.F., nato a Tunisi e di anni  trenta, hanno tratto in arresto quest’ultimo per aver quotidianamente in stato di ebbrezza alcolica o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti  percosso la stessa sino a provocarle gravi lesioni personali.

In diverse occasioni la convivente veniva minacciata mediante uso delle armi  e costretta, oltre a farsi fotografare nuda in pose oscene, ad intrattenere rapporti sessuali contro la sua volontà nonché intimata a prostituirsi onde procacciare altro denaro derivante da detto meretricio da consegnare allo stesso.

In un’altra occasione N.F. ha minacciato la convivente di morte privandola della propria libertà personale e  con l’aggravante di ostacolare la difesa della vittima  abusando della relazione di coabitazione.

Evidenti sono, quindi, i maltrattamenti  in famiglia subiti dalla vittima che in diverse occasioni ha riportato traumi e ferite nonché ha dovuto subire, per diverso tempo, un sistema di vita, di relazione e di clima familiare abitualmente doloroso ed avvilente.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denunciato dalla convivente per sfruttamento della prostituzione

CataniaToday è in caricamento