Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Cibali / Via San Paolo

Arrestato vigile urbano: invece di un bivani era una palazzina

A seguito delle indagini svolte sulla costruzione abusiva di una palazzina di tre piani su un terreno comunale in via San Paolo, sono state arrestate tre persone, tra le quali anche un vigile urbano

A seguito delle indagini svolte sulla costruzione abusiva di una palazzina di tre piani su un terreno comunale in via San Paolo, sono state arrestate tre persone, tra le quali anche un vigile urbano. Gli indagati sono G. D., 47 anni, agente della polizia municipale, F. F., 65 anni, proprietario dell'immobile, e M. C., geometra che ha redatto le pratiche per ottenere la licenza edilizia ritenuta irregolare.

A tutti sono stati concessi gli arresti domiciliari. Il vigile urbano, addetto all'ufficio verifiche delle residenze, è finito nell'inchiesta per avere rilasciato appunto la residenza al proprietario dell'immobile, senza che la pratica fosse registrata in Comune.

L'accusa per lui è di falso in atto pubblico. Avrebbe anche attestato che l'immobile era composto da due soli vani a fronte dei tre piani realizzati. Le indagini svolte dal corpo forestale della Regione Siciliana hanno accertato che F.F. dopo avere acquistato il terreno sul quale esisteva un muro di prospetto realizzato nel dopoguerra e successivamente espropriato in parte dal Comune per costruire la circonvallazione, tramite il geometra aveva ottenuto dall'Agenzia del territorio l'approvazione di una proposta di aggiornamento della partita catastale facendo figurare falsamente un piccolo fabbricato per il quale è stata fatta una fittizia demolizione.


Al sul posto, ma solo sulla carta, è stato costruito il palazzetto con tutto l'incartamento completamente diverso dallo stato dei luoghi, in terreni di proprietà del Comune destinati a verde pubblico e a sede stradale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato vigile urbano: invece di un bivani era una palazzina

CataniaToday è in caricamento