Minacciavano ragazzi estorcendo denaro fuori dai locali, 2 arresti ad Acireale

Un 19enne e un 20enne accusati di fare parte di una banda che avrebbe rapinato alcune decina di giovani a Acireale sono stati arrestati da carabinieri e polizia di Stato nell'ambito di un'operazione coordinata dalla Procura di Catania.

Un 19enne e un 21enne accusati di fare parte di una banda che avrebbe rapinato alcune decina di giovani a Acireale sono stati arrestati da carabinieri e polizia di Stato nell'ambito di un'operazione coordinata dalla Procura di Catania. Alcune decine le vittime di aggressioni e minacce, tra cui anche un giovane al quale avrebbero rubato il bancomat facendosi rivelare il Pin minaciandolo di morte con una bottiglia rotta puntata contro il viso.

In particolare uno dei componenti della banda, ben vestito, frequentava i locali alla moda della zona, avvicinava la vittima prescelta, lo minacciava con un coltello costringendolo a lasciare il locale. Una volta fuori la vittima era assalita dal resto del gruppo che lo picchiava per farsi consegnare soldi, telefonino e eventuali carte di credito.

Al vaglio degli inquirenti, al momento, ci sono alcuni episodi di simile natura consumatisi nel recente passato, non escludendo la possibilità che gli autori ignoti possano essere gli stessi tratti in arresto la scorsa notte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento