Cronaca San Cristoforo / Piazza Campo Trincerato

Summit mafioso, si riunivano in un monovano del centro storico

Questa mattina, in conferenza stampa, la Questura di Catania ha spiegato la dinamica dell'arresto dei pluripregiudicati appartenenti al clan Bonaccorsi

Questa mattina, in conferenza stampa, la Questura di Catania ha spiegato la dinamica dell'arresto dei pluripregiudicati appartenenti al clan Bonaccorsi. Nel pomeriggio di ieri, personale della Squadra Mobile, ha fatto irruzione in un monovano sito al primo piano di Piazza Campo Trincerato, nel rione di San Cristoforo, cogliendovi all’interno: S.B., pluripregiudicato, inteso “Carateddu”; G.C., pluripregiudicato; M.B.,  pluripregiudicato; R.R., pluripregiudicato, in atto sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale della P.S. con obbligo di soggiorno nel comune di residenza; G.C., pluripregiudicato.

La perquisizione dell’abitazione ha consentito di rinvenire due pistole rifornite di tutto il munizionamento, una semiautomatica con colpo in canna e un revolver di grosso calibro, entrambe con matricola abrasa. Sono stati altresì rinvenuti 25 grammi di marijuana. Il monovano di piazza Campo Trincerato è la dimora di una donna incensurata, che è sopraggiunta dopo l’irruzione.

S.B. è figlio del più noto Bonaccorsi Concetto, ergastolano, detenuto sottoposto al 41.Bis O.P., esponente apicale della frangia del clan Cappello che fa riferimento alla sua famiglia, che è conosciuta come “Carateddu”, ritenuta l’anima più violenta della cosca.

I “Carateddi”, nel 2009, sotto la guida di Lo Giudice Sebastiano, ora detenuto sottoposto all’art.41 bis O.P., cugino di S.B., che aveva stretto alleanza con i Lo Piccolo di Palermo, sono stati condotti allo scontro con il clan Santapaola – Ercolano,  nell’intento di estromettere quest’ultima cosca da Cosa Nostra catanese.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Summit mafioso, si riunivano in un monovano del centro storico

CataniaToday è in caricamento