menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arresti clan Laudani, il plauso delle istituzioni e dei politici

Sindaco del comune di Catania: "Oggi è un giorno importante per lo Stato italiano e per Catania che viene liberata dal giogo mafioso grazie ai Carabinieri e alla Dda. Questo clan - ha detto Bianco - rappresentava un autentico cancro per il nostro territorio perché gestiva una complessa e ramificata organizzazione per le estorsioni ai commercianti e chi si rifiutava di pagare subiva attentati e aggressioni. Tutto ciò creava un pesante clima di intimidazione terrorizzando gli imprenditori. Bisogna però ricordare che è attraverso le estorsioni che la mafia alimenta il proprio potere interno, grazie a una sorta di 'servizio previdenziale' per le famiglie di chi si trova in carcere. Nel caso dei Laudani, è stato scoperto, questo sistema veniva gestito da tre donne". "Ora che lo Stato - ha concluso il sindaco di Catania - ha riportato la legalità sul nostro territorio, occorre però che tanti altri imprenditori e commercianti si liberino dalla paura e comincino a collaborare, perché solo attraverso la denuncia dei comportamenti illeciti da parte di chi li subisce la società civile potrà prevalere".

Il parlamentare nazionale del Partito Democratico, Giuseppe Berretta: “Le indagini incessanti, le continue operazioni come quella sfociata nei 109 arresti del blitz Viceré a carico di esponenti del clan catanese Laudani sono la testimonianza di una presenza persistente e pervasiva della mafia nel nostro territorio. Una presenza che la magistratura e le forze dell'ordine combattono giornalmente: a loro rivolgo un ringraziamento particolare per questa attività incessante di contrasto alle illegalità. Anche la politica però non dovrebbe essere da meno. A tutti i livelli, la politica non può consentirsi alcuna indulgenza ma deve agire con la massima chiarezza, con inflessibilità e rigore e intervenire ancor prima della magistratura rifiutando ogni compromesso e isolando i soggetti poco limpidi”. 

Michela Giuffrida, eurodeputato del PD: "L'imponente operazione della notte scorsa dimostra che, a fronte di una presenza ancora purtroppo pervasiva della criminalità mafiosa a Catania, l'azione di magistratura e forze dell'ordine è encomiabile quanto puntuale ed incessante. Preoccupa invece che ancora non sia unanime la convinzione che denunciare chi, con la tecnica dell'estorsione, uccide imprese e attività commerciali è l'unica strada da percorrere. Quanto appena portato a termine da Procura e Carabinieri, con il coordinamento del Procuratore Patanè e del Colonnello Gargaro ai quali va il mio personale plauso, servirà certamente da sprone".

Onorevole Marco Forzese, deputato all'Ars"Quella di oggi sarà una giornata da non dimenticare: l'operazione che ha portato all'arresto di circa 100 esponenti del clan Laudani segna e segnerà in modo deciso la storia della nostra Sicilia: per questo motivo rivolgo un plauso al Comando Provinciale dei Carabinieri e alla Direzione Distrettuale Antimafia, impegnati nell'operazione, per l'importante lavoro svolto. In futuro guardando a oggi si potranno vedere i risultati di un'opera mirata alla reale valorizzazione del nostro territorio, che passa anche da questo: la lotta all'illegalità e al malaffare sembra sempre più concreta e meno utopica, e tutto ciò anche e soprattutto grazie al coraggio di chi vuole davvero il cambiamento".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento