Mafia catanese in affari con i clan di Messina: 19 arresti per droga

Gestivano un vasto traffico di sostanze stupefacenti anche grazie a stretti collegamenti con esponenti di vertice di clan mafiosi catanesi

I carabinieri di Messina e Catania stanno eseguendo un'ordinanza di custodia cautelare del gip della città dello Stretto nei confronti di 19 indagati per associazione finalizzata al traffico di droga e detenzione di armi. Tra questi, ben tredici sono già in carcere, quattro ai domiciliari e per due c'è l'obbligo di presentazione.

VIDEO- LE IMMAGINI DEL BLITZ

L'inchiesta della Dda, denominata "Doppia sponda", ha permesso di sgominare due gruppi criminali del messinese che gestivano un vasto traffico di sostanze stupefacenti anche grazie a stretti collegamenti con esponenti di vertice di clan mafiosi catanesi. In particolare, l'attività investigativa ha consentito di delineare gli assetti interni della organizzazione e le responsabilità dei singoli arrestati che "muovevano" ingenti partite di cocaina e marijuana, destinate alle principali piazze di spaccio dell'hinterland messinese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, nuova ordinanza regionale: ecco le restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Le misure restrittive fino al 31 gennaio per le "zone rosse" della provincia etnea

Torna su
CataniaToday è in caricamento