Rapiscono una donna e una ragazzina per chiedere riscatto: fermati 2 somali

I due, già pregiudicati, avevano rinchiuso in un appartamento una connazionale e la figlia minorenne, chiedendo alla famiglia mille dollari in cambio della liberazione

Due pregiudicati somali, Hassan Moulid e Ahmed Osman, sono stai arrestati dalla polizia etnea per sequestro di persona. Avevano infatti rapito una loro connazionale insieme alla figlia minorenne, arrivate a Catania a bordo di una nave della guardia costiera lo scorso 14 luglio. La donna aveva segnalato alle autorità di aver incontrato il suo aguzzino a Giardini Naxos, ricevendo una proposta d'aiuto per raggiungere Milano. L’uomo, però, le aveva poi rinchiuse all’interno di un appartamento, costringendola a contattare la propria famiglia in Somalia per farsi inviare la somma di mille dollari, necessaria per le spese di viaggio e per la loro liberazione.

Ricevuti 300 euro, la giovane è stata accompagnata da un altro suo connazionale nei pressi di un terminal degli autobus, dove veniva abbandonata insieme alla figlia. Le indagini della Direzione Distrettuale Antimafia hanno permesso di individuare il colpevole, insieme al suo complice, a Piazza Armerina. I due sono stati rinchiusi  nel carcere di Enna e rimangono a disposizione dell'autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia dei carabinieri, 38 arresti: nuovo colpo al clan Santapaola-Ercolano

  • In manette i "broker" della droga sotto il segno del Malpassotu e dei Santapaola

  • Lido "Le Capannine", armi e stupefacenti nei bungalow: arrestato Salvatore Raciti

  • Incidente stradale nell'incrocio tra via Umberto e via Musumeci: passeggino travolto da una macchina

  • Violati i sigilli al laboratorio dell'Etoile d'Or: nuova ispezione e chiusura del bar

  • Blitz antimafia contro Cosa nostra etnea, i nomi degli arrestati

Torna su
CataniaToday è in caricamento