Coltivava marijuana a casa, arrestato un 23enne a Paternò

Nel suo terrazzo c'erano 15 piante di cannabis indica con un’altezza di crescita compresa tra uno e due metri

I carabinieri della Stazione di Paternò insieme ai “Cacciatori di Sicilia”, hanno arrestato il 23enne Pietro Virgillito per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. I militari conoscevano il giovane per i suoi trascorsi e la sua propensione ai reati in materia di droga. Si sono recati presso la sua abitazione di via Stesicoro e, constatato lo stupore del ragazzo che già presagiva imminenti guai giudiziari, hanno effettuato una perquisizione personale e domiciliare estesa anche alla terrazza dell’immobile, chiusa a chiave. Qui, poste in vaso e curate maniacalmente, c'erano 15 piante di cannabis indica con un’altezza di crescita compresa tra uno e due metri. Nascosti all’interno di un armadietto erano custoditi alcuni grammi di marijuana già essiccata e pronta per la suddivisione in dosi, un bilancino di precisione ed il relativo materiale per il confezionamento per la vendita al minuto. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato posto agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento