Traffico di cocaina sull'asse Catania-Calabria, sequestrati oltre quattro chili

"Mentre un tempo la cocaina veniva importata dalla Campania - spiega il dirigente Antonio Salvago - adesso la piazza di approvvigionamento più ambita dalla mafia catanese e non solo, sembra essere la Calabria"

La droga sequestrata

Li tenevano d'occhio da tempo, ed alla fine sono riusciti a coglierli con le mani nel sacco sequestrando oltre quattro chili di cocaina. Tre corrieri della droga sono stati presi dalla squadra mobile etnea, mentre cercavano di portare a Catania un grosso carico di polvere bianca proveniente dalla Calabria, divisa in quattro panetti "impacchettati" dentro la carrozzeria di una autovettura presa a noleggio.

"Mentre un tempo la cocaina veniva importata dalla Campania - spiega il dirigente Antonio Salvago - adesso la piazza di approvvigionamento più ambita dalla mafia catanese e non solo, sembra essere la Calabria. Da li arrivano grosse quantità di droga, comprate all'ingrosso per poi essere rivendute sulle nostre zone di spaccio".

Gli uomini dell'antidroga hanno dato la caccia ad una Mercedes Classe A e ad una fiat Panda presa a noleggio, che transitavano per il casello di San Gregorio, sull'autostrada A18 Catania-Messina. Ad un primo controllo, l'ispezione sembrava essere andata a vuoto, ma portando i mezzi in questura si è poi scoperto che la droga era stata nascosta dentro le lamiere degli sportelli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sui panetti c'era la scritta 'spacato' - conclude Salvago - che non avevamo mai rilevato fino ad ora. Stiamo cercando di capire che significato abbia questa sigla ed a quale organizzazione criminale facciano riferimento i corrieri della droga arrestati". I loro nomi sono: Rosario Vasta, Litteri Massimiliano e Brighenti Alexandra.Litteri Massimiliano - cl.1971-2Vasta Rosario - cl.1968-2Brighenti Alexandra - cl.1989-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento