Albanese tenta di espatriare con documenti falsi: arrestata in aeroporto

La numerazione di serie era totalmente abrasa ed era stata sostituita con la tecnologia "a getto d'inchiostro"

Durante un normale controllo dei passeggeri in partenza per Manchester, gli agenti hanno arrestato la cittadina albanese Hima Irsa, che aveva esibito loro una carta d’identità italiana contraffatta. Gli operatori della polizia di frontiera, tramite le strumentazioni in dotazione, hanno verificato che la numerazione di serie originale della carta d’identità era totalmente abrasa ed era stata sostituita con altra numerazione con tecnologia “a getto d’inchiostro”.

Perfino la tessera sanitaria esibita successivamente è risultata fasulla. L’arrestata è stata così costretta a declinare le proprie generalità e a esibire la copia del proprio passaporto albanese. A conclusione del rito per direttissima che ha avuto luogo presso il Tribunale di Catania, è stata disposta la convalida dell’arresto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento