Coppia di estortori in manette, bruciavano auto a chi rifiutava di pagare

Lo scorso 31 gennaio avevano dato fuoco ad una Fiat Punto di un uomo residente ad Acireale cui avevano tentato di estorcere 2 mila euro

Un 55enne di Giarre e la convivente una 40enne sono finiti in manette per tentata estorsione e quest’ultima anche per danneggiamento a seguito di incendio.

Lo scorso 31 gennaio avevano dato fuoco ad una Fiat Punto di un uomo residente ad Acireale cui avevano tentato di estorcere 2 mila euro, adducendo come scusa un risarcimento per delle ingiurie, infondate, nei confronti del figlio minore della donna. 

L’ordinanza è stata notificata all’uomo nel carcere di piazza Lanza, dove è in arresto, per un’altra tentata estorsione con metodi analoghi commessa il 14 aprile scorso a Macchia di Giarre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento