Extracomunitario aggredisce a pietrate i carabinieri sulla Catania-Gela

L’esagitato ha ingaggiato una vera e propria guerriglia, lanciando delle pietre e ferendo uno dei uomini intervenuti

I carabinieri di Mineo hanno arrestato il 21enne extracomunitario di origini guineane Diallo Kasali, responsabile di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali aggravate, danneggiamento ed interruzione di pubblico servizio. Nel pomeriggio di ieri i militari hanno dovuto fronteggiare un extracomunitario che sulla statale 417 Catania Gela, brandendo un tubo metallico ed un manganello realizzato con un tubo per irrigazione e nastro adesivo, aveva pensato bene di minacciare i passanti in auto rischiando di causare un incidente stradale. L’uomo è stato notato dai militari nel corso del loro servizio perlustrativo e fermato per l'identificazione, ma durante le operazioni ha colpito un carabiniere alle spalle, guadagnandosi così la fuga. L’esagitato ha ingaggiato una vera e propria guerriglia, lanciando delle pietre e ferendo uno dei uomini intervenuti. Per avere la meglio sulla sua furia, è stato necessario indossare le protezioni utilizzate in occasioni di pubbliche manifestazioni. L'arrestato è stato poi condotto nel carcere di Caltagirone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento