Detenuto ai domiciliari sorpreso su Facebook e trasferito in carcere

L’uomo, già ai domiciliari, nonostante gli fosse stato vietato di comunicare e collegarsi attraverso ogni genere di social network, in diversi controlli è stato sorpreso a comunicare attraverso facebook

I carabinieri di Giarre hanno arrestato un 59enne di Castiglione di Sicilia eseguendo una ordinanza di aggravamento della misura detentiva emessa dal Tribunale di Catania.

L’uomo, già ai domiciliari, nonostante gli fosse stato vietato di comunicare e collegarsi attraverso ogni genere di social network, in diversi controlli è stato sorpreso a comunicare attraverso facebook.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tali inadempienze hanno convinto il giudice ad inasprirne la misura detentiva con ordine di arresto ed il trasferimento nel carcere di Piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento