menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fugge da una comunità di Reggio Emilia, i "falchi" lo arrestano a Catania

Un 23enne già noto per i suoi precedenti, ha tentato una fuga disperata per evitare di finire in carcere

La polizia di Stato ha tratto in arresto il pregiudicato catanese C. O., eseguendo una ordinanza di custodia cautelare in carcere, in aggravamento della misura degli arresti domiciliari ai quali era sottoposto presso una comunità di Reggio Emilia per reati in materia di stupefacenti. Ieri, i “falchi” della squadra mobile etnea si sono recati sul viale Mario Rapisardi al fine di monitorare gli esercizi commerciali aperti in zona. L’attenzione degli agenti si è rivolta su una auto che effettuava alcune manovre sospette. A bordo veniva riconosciuto il conducente, 23enne già noto per i suoi precedenti, che ha tentato una fuga disperata. Ne è scaturito un inseguimento,terminato a diverse centinaia di metri di distanza. I successivi accertamenti hanno permesso di appurare che l’uomo si era allontanato, da circa 10 giorni, da una comunità di Reggio Emilia, dove era sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari per reati inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti e si era reso irreperibile. A suo carico era quindi stato emesso un provvedimento restrittivo che ne ordinava l’immediata traduzione in carcere. Il pregiudicato, pertanto, è stato arrestato e rinchiuso presso il carcere Piazza Lanza di Catania.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ristrutturare

Sostituzione infissi: come ottenere lo sconto in fattura

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento