Assessore Razza: "L'Asp parte civile dopo gli arresti per inchiesta su falsi invalidi"

Lo rende noto l'assessore regionale alla Salute dopo l'inchiesta su false attestazioni di invalidità

"All'autorità giudiziaria e ai carabinieri di Catania va il sentito apprezzamento delle istituzioni regionali per i risultati di questa attività investigativa, rinnovo l'invito sempre più pressante a tutti i cittadini affinché denuncino comportamenti che ritengono illeciti". Lo dice l'assessore regionale alla Salute Ruggero Razza commentando l'operazione coordinata dalla procura di Catania e condotta dai carabinieri. "In molte province dell'Isola - prosegue l'esponente del governo regionale - da tempo abbiamo avviato una collaborazione costante con l'autorità giudiziaria affinché vengano perseguite condotte criminose". "La pubblica amministrazione - aggiunge- non ha i mezzi di ricerca della prova che sono tipici dell'attività investigativa, ma può essere inflessibile quando vengono accertate responsabilità che ci vedono, come in questo ulteriore caso, persona offesa". Razza anticipa che "l'Asp di Catania, ovviamente, si farà parte civile nel processo e adotterà i provvedimenti disciplinari sui propri dipendenti. Ma in questa situazione come nelle altre passate ed in quelle future esiste solo una misura: essere inflessibili con chi commette reati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento