"Sono un mafioso, dammi 20 euro": altra rapina in centro

Filippo Storniolo, arrestato ieri dopo aver chiesto 20 euro ad un ragazzo in via Etnea, è stato identificato come autore di un secondo colpo analogo

Filippo Storniolo, il pregiudicato catanese arrestato ieri per rapina aggravata dopo aver chiesto 20 euro ad un ragazzo in via Etnea, è stato identificato dalla polizia come autore di un secondo episodio criminale avvenuto sempre ieri mattina. Una giovane ragazza che lavora come banconista presso un noto bar cittadino, ha denunciato di aver subito un’estorsione da parte di un uomo che, dopo essere entrato all’interno dell’esercizio commerciale, con tono di voce minaccioso le ha intimato di consegnargli del denaro in quanto vantava un credito verso l’ex proprietario del locale.

Al rifiuto della ragazza, lo stesso, in modo ancor più pressante, afferrandola per un braccio le ha ribadito di dargli il denaro, aggiungendo di essere uscito da poco dal carcere e di essere affiliato ad una nota famiglia mafiosa catanese. A questo punto, la giovane donna, fortemente impaurita, ha consegnato al malfattore la somma di 20 euro. Alla luce delle descrizioni fornite, la ragazza è stata convocata in questura, dove ha riconosciuto senza ombra di dubbio il suo estorsore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento