menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aveva nascosto un fucile con munizioni sotto terra, arrestato dai carabinieri

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato posto agli arresti domiciliari

I carabinieri della stazione di Ramacca, con il supporto dei “Cacciatori di Sicilia”, hanno arrestato il 42enne ramacchese Francesco Oglialoro per detenzione di armi clandestine e relativo munizionamento. I militari si sono recati presso l’abitazione dell’uomo, in via Crocifisso, per una perquisizione il cui esito è stato però infruttuoso. Ma i militari, preventivamente, avevano monitorato l'uomo scoprendo che aveva in uso una piccola abitazione rurale nella via Martin Luther King della contrada Santa Croce Calcare della quale l’uomo ha fornito la chiave per l’apertura della porta. L’atteggiamento dell’interessato durante la perquisizione rispecchiava la sua tranquillità, consapevole che i militari non vi avrebbero trovato nulla di quanto ricercato ma, purtroppo per lui, non aveva fatto i conti con la loro proverbiale perseveranza. Hanno provveduto ad esaminare il terreno nelle vicinanze dell’abitazione scoprendo che in un punto la terra appariva smossa da recente e pertanto, munitisi di pala, hanno scavato per circa 40 centimetri rinvenendo un tubo di plastica con due tappi ermetici avvitati alle estremità al cui interno hanno trovato una busta contenente munizioni calibro 12 ed un fucile dello stesso calibro, smontato in 3 pezzi, privato per abrasione dei contrassegni identificativi. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato posto agli arresti domiciliari in attesa delle determinazioni dell’autorità giudiziaria.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bustine di gel di silice - Ecco a cosa servono

Alimentazione

Intolleranza ai lieviti - Cause, sintomi e dieta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento