Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

I carabinieri sventano un furto in abitazione a Mascali

Due ladri avevano preso di mira una casa per svaligiarla, ma la chiamata di un vicino al 112 ha fatto saltare i loro piani

I carabinieri della Stazione di Mascali hanno arrestato un 33enne di Tortorici perché ritenuto responsabile di furto aggravato in concorso, violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale. Di buon mattino, intorno alle ore 8, un cittadino ha avvisato il 112 riferendo d’aver notato due individui che, dopo essersi aggirati sospettosamente nei pressi di un’abitazione di via Marco Aurelio, ne avevano scavalcato la recinzione esterna. Immediato l’intervento dei carabinieri che, per cogliere i ladri con le mani nel sacco, sono scesi dall’auto di servizio nei pressi per giungere di soppiatto sull’obiettivo.

L’escamotage è andato a buon fine poiché i militari hanno così constatato che era stata forzata una finestra al piano terra e sono penetrati silenziosamente all’interno dell’abitazione, dove hanno trovato i due malviventi che stavano facendo incetta di ogni tipo di oggetto prezioso custodito nella camera da letto. Mentre il complice è riuscito a fuggire, il 33enne, abbandonata la refurtiva, ha tentato la fuga. Ma dinanzi vi si è parato un maresciallo che sta svolgendo il tirocinio pratico alla stazione di Mascali (frequenta il 2° anno del corso triennale presso la Scuola Allievi Marescialli di Firenze), il quale, dopo una violenta colluttazione, è riuscito a bloccarlo ed ammanettarlo. L’uomo è stato trovato in possesso di un coltello di genere vietato. Insieme al suo complice, la cui identificazione è tuttora in corso, aveva effettuato un’ora prima un sopralluogo nell'abitazione da svaligiare, come verificato dagli impianti di videosorveglianza della zona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I carabinieri sventano un furto in abitazione a Mascali

CataniaToday è in caricamento