Latitante si nascondeva grazie ad un buco in garage

Per sfuggire alla cattura, nel proprio garage aveva praticato un foro che lo collegava con una casa abbandonata

I carabinieri di Piazza Dante hanno arrestato il 41enne catanese Giuseppe Cuscani. Dal 30 luglio scorso era evaso dalla comunità “La Svolta per la Rinascita” di Campobello di Mazara , dov’era stato relegato agli arresti domiciliari per reati inerenti il patrimonio, la sfera familiare e gli stupefacenti, rendendosi irreperibile. Ricercato da giorni, non è mai stato trovato in casa fino all’altra sera, quando gli uomini del nucleo operativo hanno intravisto da lontano la lucina e il fumo di una sigaretta uscire da un balcone dell’abitazione. Circondato l’edificio, i militari vi hanno fatto irruzione non trovando inspiegabilmente nessuno, nonostante fosse stato ispezionato ogni anfratto dell’immobile compreso il tetto. A quel punto, hanno pensato di accedere in una casa abbandonata adiacente a quella del ricercato dove, nascosto dietro un vecchio mobile, lo hanno scovato ed ammanettato. I militari si sono accorti che l’uomo, proprio per sfuggire alla cattura, nel proprio garage aveva praticato un foro che lo collegava con la casa abbandonata, buco celato dietro dei bidoni della spazzatura da ambedue i lati. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Catania Piazza Lanza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arresti a raffica della squadra mobile etnea

  • Premiate le 14 migliori pizze della Sicilia orientale

  • Dimentica di inserire il freno a mano, muore schiacciata dalla sua auto

  • Vedono la polizia e scappano a 150 chilometri orari, arrestati

  • Cinque arancini gourmet: le ricette della quinta edizione di Chicchi riso e uva di Sicilia

  • Bucato profumato? Come pulire la lavatrice

Torna su
CataniaToday è in caricamento