Arrestati madre e figlio catanesi specializzati in furti in gioielleria

La squadra mobile li ha identificati grazie alla visione di filmati registrati da telecamere di sicurezza di più gioiellerie e alla collaborazione delle vittime

La polizia di Ragusa ha arrestato i catanesi Concetta Condorelli di 74 anni e il figlio 38enne Santo Pulvirenti, accusati di essere ladri seriali di gioiellerie. Pulvirenti avrebbe avuto il compito di distrarre la commessa del negozio, mentre la madre arraffava i preziosi per poi allontanarsi con una scusa. La squadra mobile, in collaborazione con la polizia etnea, li ha identificati grazie alla visione di filmati registrati da telecamere di sicurezza di più gioiellerie e alla collaborazione delle vittime. A Ragusa avrebbero commesso un furto da 15 mila euro, fingendo di scegliere un anello per la fidanzata di Pulvirenti. L’anziana madre in pochi secondi si è diretta dietro al bancone, mentre il figlio distraeva la commessa, arraffando monili in oro, per poi andare via.

Guarda il video

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento