rotate-mobile
Cronaca

Operazione 'Santabarbara', in carcere un altro affiliato alla cosca Brunetto

I Carabinieri di Randazzo hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un giovane del luogo, in relazione all'inchiesta “Santabarbara” con la quale sono finiti in carcere quindici affiliati alla cosca Brunetto

I Carabinieri di Randazzo hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di S.G. in relazione all'inchiesta “Santabarbara” con la quale i Carabinieri, alla fine del mese di Aprile 2015, hanno arrestato quindici affiliati alla cosca Brunetto, attiva sui territori di Castiglione di Sicilia, Giarre e Fiumefreddo.

Si tratta di un’associazione armata legata all’organizzazione criminale catanese dei Santapaola-Ercolano, dedita a delitti contro il patrimonio e al traffico di sostanze stupefacenti.

Le attività investigative consentirono di accertare una serie di estorsioni ai danni di aziende del settore vitivinicolo operanti nel territorio di Castiglione di Sicilia e zone limitrofe, con richieste di denaro e l’imposizione forzata della cosiddetta “Guardiania”. Tali richieste spesso erano precedute da minacce ed atti di danneggiamento posti in essere all’interno delle aziende.

La forza intimidatrice dell’organizzazione si manifestò prima dell'intervento dei militari con esplicita violenza, arrivando a piegare le resistenze delle aziende raggiunte da richieste estorsive mediante atti di danneggiamento consistiti nel taglio di alberi da frutto, quali ulivi e interi filari di viti. Gravi i reati contestati all’arrestato: associazione a delinquere di stampo mafioso, associazione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti ed estorsione e danneggiamento aggravati in concorso commessi in danno di aziende vitivinicole e proprietà. Il giovane è stato rinchiuso nel carcere di Catania Bicocca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione 'Santabarbara', in carcere un altro affiliato alla cosca Brunetto

CataniaToday è in caricamento