Padre e figlio arrestati per aver forzato un posto di blocco dei carabinieri

Durante l’inseguimento, uno dei due, ha gettato qualcosa dal finestrino. Dopo averli bloccati ed ammanettati i militari hanno recuperato in strada alcune dosi di marijuana, detenute per uso personale

Ieri sera a Santa Maria Ammalati padre e figlio di 43 e 19 anni, a bordo di una Lancia Musa, non si sono fermati all’alt di una pattuglia dei carabinieri. Durante l’inseguimento, uno dei due, ha gettato qualcosa dal finestrino. Dopo averli bloccati ed ammanettati i militari hanno recuperato in strada alcune dosi di marijuana, detenute per uso personale.

Nel perquisirgli l’autovettura hanno però rinvenuto e sequestrato una borsa piena di attrezzi del tipo utilizzato per forzare le porte degli appartamenti. Agli arrestati, già gravati da precedenti di polizia, sono stati contestati i reati di resistenza a pubblico ufficiale e possesso ingiustificato di strumenti atti allo scasso. Entrambi, in attesa del rito per direttissima, sono stati relegati agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento