"Se entrate vi sparo", pregiudicato minaccia i carabinieri

Il giovane ha opposto resistenza dicendo: "Se entrate in casa vi vengo a cercare e vi sparo"

nella foto Marco Di Leo

I carabinieri di Paternò hanno arrestato  il 27enne paternese Marco Di Leo, già sottoposto all’obbligo di dimora nel comune di residenza per dei reati contro il patrimonio commessi in provincia di Siracusa, poiché ritenuto responsabile di resistenza e minaccia a pubblico ufficiale nonché detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Al termine di una breve attività info investigativa, ieri sera gli uomini del nucleo operativo hanno bussato alla porta del presunto spacciatore per eseguire una perquisizione domiciliare mirata a verificare se lo stesso detenesse in casa della droga. Il giovane ha opposto resistenza impedendo ai militari fisicamente di accedere nell’immobile, pronunciando la frase: "Se entrate in casa vi vengo a cercare e vi sparo". I militari sono comunque entrati nell’abitazione dove, previa perquisizione, hanno rinvenuto e sequestrato: 25 dosi di marijuana (nascoste nel fondo di una pattumiera), un bilancino elettronico di precisione, nonché del materiale comunemente utilizzato dagli spacciatori per confezionare le dosi di stupefacente da porre in commercio. L’arrestato, in attesa dell’udienza per direttissima, è stato relegato agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento