Picchia la madre e la sorella disabile per comprare droga: arrestato

Il ragazzo avrebbe dato sfogo alla sua rabbia con schiaffi, spinte e mani nella gola della madre, costringendola a consegnargli denaro per la droga

Sono sempre più numerosi i casi di violenza in famiglia che vedono protagonisti giovani tossicodipendenti e vittime i genitori, impotenti. La procura di Catania ha tratto in arresto il 20enne C.L. resosi responsabile dei reati di "maltrattamenti in famiglia ed estorsione aggravata" nei confronti della propria madre e della sorella disabile fin dalla nascita. Il provvedimento restrittivo è stato adottato al culmine di un'intensa attività investigativa coordinata dalla procura e condotta dalla polizia di Stato che ha fatto luce sui continui maltrattamenti fisici e psicologici perpetrati ai danni della madre e della sorella e reiterati nel tempo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In parti colar modo, il ragazzo avrebbe dato sfogo alla sua rabbia con schiaffi, spinte e mani nella gola della madre, costringendola a consegnargli il denaro necessario per l'acquisto di sostanze stupefacenti e talvolta ad accompagnarlo a comprare la droga. Lo stesso, inoltre, negli anni aveva avuto un crescendo di violenze che andavano dalla distruzione di suppellettili della casa, al danneggiamento dei vetri delle porte dell'abitazione, alle minacce con le armi nei confronti sia della madre che della sorella disabile, fino ad arrivare a sequestrare le due donne all'interno dell'abitazione vietando loro di uscire dalle rispettive camere da letto. Dopo le formalità di rito il ventenne è stato condotto presso la casa circondariale di piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 3 luglio 2020

  • Non ce l’ha fatta Peppino Rizza, era ricoverato dal 10 giugno al Cannizzaro

  • Scoperto traffico di auto rubate: 5 in manette

  • Per ripicca contro il compagno butta il suo cane dal quarto piano: denunciata

  • Abitazioni minacciate dalle fiamme a Motta Sant'Anastasia

  • Corsa clandestina, il cavallo cade in un fossato e muore: 16 denunciati

Torna su
CataniaToday è in caricamento