Rumeno arrestato a San Cristoforo: teneva in casa una pistola modificata con 6 cartucce

A seguito di una perquisizione effettuata presso un’abitazione privata nel quartiere “San Cristoforo”, i poliziotti della 'Condor' hanno trovato e sequestrato una pistola a salve marca Bruni cal.8 modificata in modo da poter sparare proiettili cal.7,65 e 6 proiettili dello stesso calibro

Ieri gli agenti della squadra mobile hanno tratto in arresto il cittadino rumeno C.G.E. (cl.1994) per detenzione di arma clandestina e per detenzione illegale di munizionamento. A seguito di una perquisizione effettuata presso un’abitazione privata nel quartiere “San Cristoforo”, i poliziotti della 'Condor' hanno trovato e sequestrato una pistola a salve marca Bruni cal.8 modificata in modo da poter sparare proiettili cal.7,65 e 6 proiettili dello stesso calibro. L’arma e il munizionamento erano di proprietà dell'uomo, trasferito nel carcere di Piazza Lanza, che abitava nell’immobile al cui interno dimoravano altri quattro connazionali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento