Con minacce e percosse costringeva una donna a prostituirsi: arrestato romeno

Una storia di disperazione quella che gli agenti hanno ripercorso trascrivendo la denuncia della vittima, che giunta dall'est Europa col miraggio di un'occupazione, si è presto trovata sul marciapiede

I poliziotti della questura di Catania hanno arrestato un pregiudicato rumeno per estorsione e sfruttamento della prostituzione. Una storia di disperazione quella che gli agenti hanno ripercorso trascrivendo la denuncia della vittima: una donna che giunta dall’est Europa col miraggio di un’occupazione, si è presto trovata sul marciapiede. “Se vuoi lavorare devi pagare”: un dictat che l'uomo aveva imposto alla sua vittima sin dal primo incontro, con violenza psicologica e percosse.

La scorsa notte, però, ha passato il segno: così, intorno alle 02.30, la donna si è presentata all’Ufficio Denunce della Questura, con evidenti segni di percosse. Dai primi accertamenti e dalle dichiarazioni che sono state riportate nella denuncia, gli agenti hanno appreso delle minacce, delle violenze subite dalla donna, costretta a ricorrere alle cure del Pronto soccorso, per un’estorsione che ha fruttato 1.500 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Immediatamente è scattata la ricerca del responsabile: due Volanti hanno raggiunto lo sfruttatore nella sua abitazione a San Berillo e lo hanno arrestato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento