Spacciatori sorvegliavano la polizia per prevenire le retate

Sono stati eseguiti due arresti dalle volanti nel quartiere di Librino. Diverse confezioni di droga erano nascoste in un sottotetto

Nel pomeriggio della scorsa domenica,gli agenti delle volanti hanno arrestato Mirko Giordano Distefano, pregiudicato per reati specifici, e Stefano Biagio D'Antoni per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso di un servizio di controllo del territorio nel quartiere Librino, gli agenti hanno notavato alcuni giovani che stazionavano fuori da un palazzo e che, alla vista della polizia, si sono rifugiati velocemente all’interno dell'androne per nascondersi. I poliziotti li hanno inseguiti dentro lo stabile, salendo le scale fino all’ottavo e ultimo piano, dove hanno bloccato le due persone che si erano nascoste in un vano ricavato in un sottotetto.

All’interno di questo locale sono state rinvenute e sequestrate diverse tipologie di stupefacenti: 28,50 grammi di cocaina, 15,50 grammi di crack e 2,80 grammi di skunk. Sono stati sequestrati un monitor e un hard disk collegati a un sistema di video sorveglianza con il quale i ladri hanno monitorato tutti i movimenti fuori dal palazzo e l’eventuale arrivo di forze di polizia. Condotti in questura in stato di arresto, su disposizione del pm di turno sono stati sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni, in attesa dell’udienza di convalida.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento