Cronaca

"Mia figlia sta male": corre in moto e lo arrestano per spaccio

La bugia non è servita ad un pregiudicato catanese per evitare l'arresto da parte dei carabinieri

I carabinieri hanno arrestato un catanese di 22 anni, pregiudicato, ritenuto responsabile di coltivazione e detenzione finalizzate allo spaccio di sostanze stupefacenti. A bordo di una moto e senza casco, non si è fermato all’alt imposto ieri sera in via Leucatia dai motociclisti del nucleo radiomobile. Inseguito, è stato bloccato dopo poche centinaia di metri, dicendo che doveva raggiungere urgentemente casa, in quanto la figlioletta di pochi mesi aveva accusato un malore.

Il senso del dovere dei carabinieri, anche per evitare che il cittadino continuasse la sua corsa in moto senza i requisiti minimi di sicurezza, ed il “lieve” sospetto che il fermato stesse mentendo, li ha spinti a farlo accomodare nell’auto di servizio per accompagnarlo nella vicina abitazione.

Dopo avere accertato che la piccolina di pochi mesi godeva di ottima salute tra le braccia della madre, si è proceduto ad una perquisizione che ha consentito di rinvenire e sequestrare circa 400 grammi di marijuana, di cui una parte già suddivisa in dosi, 3 piante di canapa indiana, un bilancino elettronico di precisione e del materiale comunemente utilizzato dagli spacciatori per confezionare le dosi di stupefacente da porre in commercio. In attesa della direttissima, è stato trattenuto in camera di sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mia figlia sta male": corre in moto e lo arrestano per spaccio

CataniaToday è in caricamento