menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Con 500 euro trovava lavoro agli immigrati, arrestato 43enne per 'commercio di schiavi'

Si tratta in maggioranza di donne che, giunte negli uffici della Onlus, previo pagamento di una commissione che si aggirava intorno ai 500 euro, venivano avviate al lavoro tramite una fitta rete di inserzioni

Facevano arrivare in italia extracomunitari disposti a sborsare almeno 500 euro pur di avere un posto di lavoro. I carabinieri di piazza Dante hanno arrestato un 43enne catanese condannato dalla Corte di Appello di Caltanissetta a 5 anni e 6 mesi  di reclusione per associazione a delinquere, finalizzata a favorire l’ingresso di clandestini, tratta e commercio di schiavi. Nel periodo tra il 2003 e il 2010, insieme ad altri 11 complici, attraverso la facciata “pulita” di una associazione umanitaria operante nella capitale, procurava lavoro, vitto e alloggio sul territorio italiano ai cittadini extracomunitari, curandone anche il viaggio dallo stato di provenienza fino all'arrivo a Roma.

Si tratta in maggioranza di donne che, giunte negli uffici della Onlus, previo pagamento di una commissione che si aggirava intorno ai 500 euro, venivano avviate al lavoro tramite una fitta rete di inserzioni pubblicate sui maggiori quotidiani nazionali e sulle riviste specializzate. Sembra che l’organizzazione si avvalesse di altre due associazioni operanti a Catania e Messina, che fungevano da agenzie di raccordo per il transito degli stranieri diretti poi nella capitale. L’arrestato è stato rinchiuso nel carcere di Catania Piazza Lanza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Pancia piatta? Ecco il massaggo fai-da-te

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Caso Gregoretti, nuova udienza per Salvini a Catania

  • Cronaca

    Maria Carmela Librizzi è il nuovo prefetto di Catania

  • Cronaca

    Coronavirus, in Sicilia 560 nuovi positivi: a Catania +97

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento