Librino, beccato a spacciare cocaina mentre era in libertà vigilata

Pasquale Pignataro, già sottoposto alla misura di sicurezza della libertà vigilata, è stato trasferito presso la Casa di Lavoro di Barcellona Pozzo di Gotto

Nei giorni scorsi, personale del commissariato di Librino ha dato esecuzione a un provvedimento a carico di Pasquale Pignataro, catanese classe 1977, il quale, già sottoposto alla misura di sicurezza della libertà vigilata, è stato trasferito presso la Casa di Lavoro di Barcellona Pozzo di Gotto (Me).

La misura si è resa necessaria, poiché Pignataro, sebbene sottoposto a libertà vigilata, nel luglio 2018, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di cocaina.

L’uomo è stato, pertanto, accompagnato dal personale del commissariato Librino presso la struttura per essere sottoposto alla misura di sicurezza, maggiormente afflittiva, dell’assegnazione ad una Casa di Lavoro, per una durata minima di sei mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento