Librino, beccato a spacciare cocaina mentre era in libertà vigilata

Pasquale Pignataro, già sottoposto alla misura di sicurezza della libertà vigilata, è stato trasferito presso la Casa di Lavoro di Barcellona Pozzo di Gotto

Nei giorni scorsi, personale del commissariato di Librino ha dato esecuzione a un provvedimento a carico di Pasquale Pignataro, catanese classe 1977, il quale, già sottoposto alla misura di sicurezza della libertà vigilata, è stato trasferito presso la Casa di Lavoro di Barcellona Pozzo di Gotto (Me).

La misura si è resa necessaria, poiché Pignataro, sebbene sottoposto a libertà vigilata, nel luglio 2018, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di cocaina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’uomo è stato, pertanto, accompagnato dal personale del commissariato Librino presso la struttura per essere sottoposto alla misura di sicurezza, maggiormente afflittiva, dell’assegnazione ad una Casa di Lavoro, per una durata minima di sei mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale al viale Mario Rapisardi, scontro tra un camion e un'auto: morta una donna

  • Motociclista 47enne in gravi condizioni al Cannizzaro

  • Prezzi delle case a Catania: la mappa zona per zona

  • Coronavirus, in Sicilia due nuovi casi e un morto

  • Superbonus edilizia: "Accelerare i tempi, serve meno burocrazia"

  • Coronavirus, in Sicilia situazione stabile: scoperto un nuovo caso

Torna su
CataniaToday è in caricamento