Asec, arriva l'accesso agli atti dell'Arera sul "caso" contatori?

L'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente avrebbe chiesto documenti all'azienda per fare chiarezza a seguito delle denunce del Movimento Cinque Stelle in merito alle mancate letture e indennizzi

Sembrerebbe che sia già arrivata la richiesta di accesso agli atti da parte dell'Arera all'Asec spa. Entro novembre quindi l'azienda dovrebbe fornire la documentazione che verrà studiata e analizzata dall'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente che svolge, per mission, l'attività di regolazione e controllo nei settori dell'energia elettrica, del gas naturale, dei servizi idrici, del ciclo dei rifiuti e del telecalore.

Proprio all'Arera si era rivolto il Movimento Cinque Stelle che, attraverso il consigliere Graziano Bonaccorsi, aveva sollevato il "caso" delle mancate letture. Infatti nel caso di omessa rilevazione sarebbero previsti dei risarcimenti in automatico per i cittadini e se non vengono erogati entro 30 giorni il loro importo lievita anche di tre volte.

Sulla mancata erogazione degli indennizzi si è concentrata la denuncia inviata all'Arera, e per conoscenza all'amministrazione comunale, da parte del Movimento Cinque Stelle. Ci sarebbe quindi stata l'asssenza di lettura dei contatori per più di un anno a fronte della quale dovrebbero essere stati erogati gli indennizzi previsti.

"Se l'Arera procede con un accesso agli atti - spiega il consigliere Bonaccorsi - vuol dire che ha trovato fondata la nostra richiesta. Se non sono stati corrisposti tutti gli indennizzi ci sarebbe un danno di milioni di euro nei bilanci dell'Asec e sarebbe una brutta tegola per il Comune di Catania. Attendiamo gli esiti dell'esame dell'Autorità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento