Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

"Asfalto groviera nelle strade di Catania", l'appello del Comitato Vulcania

"C’è bisogno che l’organo competente prenda avvio ad una seria campagna di monitoraggio e di manutenzione delle strade prima che il degrado ne comprometta definitivamente l’enorme valore complessivo"

Molte sono le strade cittadine che oramai sono quasi impraticabili per la mancanza totale di manutenzione, da troppo tempo. Strade - come le vie Cagliari, S. Sofia, V.E. Orlando, Torino, Corso delle Province, Dalmazia, Milano, V. Giuffrida, Via M. Ventimiglia, O. Scammacca, R. Imbriani, Caserta, Largo F. Raciti, Padova, V. Veneto, G. D’Annunzio, C. Beccaria, Fleming e tante altre - sono molto trafficate e sono più simili a piste di trial sia per il numero di avvallamenti che per la profondità delle buche nell’asfalto che sono diventate, nel corso del tempo, vere e proprie voragini “mangia auto”.

Il Comitato Vulcania, con una nota, chiede che "si intervenga al più presto per ridare un assetto urbano sia alle vie indicate che a quelle citate in precedenti comunicati stampa e che si tenga maggior conto delle segnalazioni dei cittadini, che per senso civico denunciano disagi nelle varie vie del quartiere della Terza Municipalità. Gli stessi Vigili Urbani si assumano l’onere di segnalatori, presso gli uffici preposti, di certe situazioni poco urbane e disdicevoli per una città".

La presidente del Comitato, Angela Cerri, si dice preoccupata della situazione: “Lo stato di salute delle strade cittadine è sotto gli occhi di tutti ed è bene esemplificato dal caso Catania, con un asfalto groviera. C’è bisogno che l’organo competente prenda avvio ad una seria campagna di monitoraggio e di manutenzione delle strade prima che il degrado ne comprometta definitivamente l’enorme valore complessivo e renda troppo oneroso e non più sostenibile economicamente il suo ripristino”.

Aggiunge ancora la Cerri “L’epidemia buche e lavori di manutenzione ancora oggi tardano a partire in modo deciso, come l’emergenza strade in corso richiederebbe. Vergognoso è come si possa accettare, in questo quartiere, come normale ciò che normale non è e che, anzi, rasenta e rappresenta il degrado a cui oramai ci hanno educato ed abituato, considerando straordinario l’ordinario ed ordinario ciò che non dovrebbe esistere. Ci auguriamo che l’Amministrazione comunale e III Muncipalità, dopo le numerosissime proteste e segnalazioni fatte da diversi anni da parte dei residenti e commercianti del quartiere, al più presto si attivi sulle vie del nostro quartiere con un vero e proprio piano di monitoraggio, controllo e di interventi a breve periodo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Asfalto groviera nelle strade di Catania", l'appello del Comitato Vulcania
CataniaToday è in caricamento