menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Asili nido aperti fino a Natale, Iannitti: "Ora si modifichi la proposta della Giunta"

Dopo le numerose manifestazioni e grazie alle oltre 1.500 firme raccolte anche online, arriva un primo risultato frutto della lotta e della determinazione di tanti genitori e tante lavoratrici. La conferma di quanto la Giunta comunale aveva promesso

Dopo tante promesse e tanti ritardi finalmente arriva in tutti gli asili nido, firmata dall'assessore Trojano e dal direttore Persico, la circolare che annuncia la proroga dell'apertura fino al 19 dicembre. Una carta scritta attesa per settimane da genitori e lavoratori che, come scrivono in una nota gli attivisti di Catania Bene Comune, arriva anche grazie alla loro lotta condotta in queste settimane. L'assessore Trojano giovedì 7 novembre, durante un incontro con una delegazione dei genitori, aveva promesso una proroga ma solo fino al 7 dicembre 2013.

Dopo le numerose manifestazioni e grazie alle oltre 1.500 firme raccolte anche online, arriva un primo risultato frutto della lotta e della determinazione di tanti genitori e tante lavoratrici. La conferma di quanto la Giunta comunale aveva promesso alla delegazione di genitori e lavoratori incontrati giovedì scorso a Palazzo degli Elefanti. Adesso, scongiurata una drammatica e improvvisa chiusura a dicembre, è il momento di scongiurare la scomparsa degli asili comunali dal gennaio 2014.

"La proposta dell'amministrazione comunale elaborata dall'assessore Trojano - si legge nella nota di Catania Bene Comune - qualora fosse approvata dal Consiglio comunale, con un sistema di rette insostenibile (155 euro per mezza giornata e 260 euro per il tempo pieno, 75 euro e 195 euro per i primi fortunati) e con una progressiva dequalificazione del servizio porterebbe alla chiusura degli asili nido per mancanza di utenti e al licenziamento di 95 lavoratrici. Per tali ragioni facciamo appello ai Consigli di municipalità che nei prossimi giorni dovranno dare un parere sulla proposta di riforma degli asili nido e al Consiglio Comunale perché si approntino delle modifiche che rendano equo il sistema di contribuzione" scrive in una nota Catania bene comune".

"È infatti inaccettabile e indegno che si preveda uno sconto per le famiglie più abbienti (si passa dai 228 euro pagati oggi ai 155) mentre vengono espulse dal servizio le famiglie con i redditi più bassi. Il tentativo di far pagare alle fasce più deboli i costi delle poltiche economiche e delle cattive amministrazioni degli ultimi 15 anni è scandaloso e non permetteremo che passi. Annunciamo da subito che nei prossimi giorni verranno convocate nuove manifestazioni per difendere gli asili nido dalla chiusura, contro la proposta della Giunta Bianco che vorrebbe asili nido solo per chi può economicamente permetterseli".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento