Asili nido, passa la linea del Comune: soluzione per stipendi e conclusa la protesta

L’Assessore Trojano: "Pagheremo due mensilità subito e la terza entro il 14 aprile. Il denaro sarà versato in parte all’Inps, per far diventare positivo il Durc, in parte all’Ati, impegnatasi a pagare subito i lavoratori"

“È passata la linea del Comune e la vicenda del personale ausiliario degli asili nido è stata subito risolta”. Lo ha detto il sindaco di Catania Enzo Bianco commentando la notizia della conclusione dell’assemblea permanente dei dipendenti dell’Associazione temporanea d’impresa che fornisce il personale ausiliario agli asili nido comunali.

La protesta, cominciata due settimane fa dai lavoratori che non ricevevano lo stipendio da alcuni mesi, è stata sospesa dopo l’accordo raggiunto tra Comune, sindacati e Ati (formata dalle cooperative Spazio bimbi, Città nuova e Progetto vita).

“Pagheremo – ha spiegato l’assessore al WelfareFiorentino Trojano -, grazie anche allo straordinario lavoro preparatorio dell’assessore al Bilancio Giuseppe Girlando,  due mensilità subito e la terza entro il 14 aprile. Il denaro sarà versato in parte all’Inps, per far diventare positivo il Durc dell’Ati e in parte alle cooperative, impegnatesi a saldare immediatamente gli stipendi del 2013 ai lavoratori”.

“La conclusione della vicenda – ha aggiunto Trojano– dimostra che il Comune di Catania ha operato con correttezza e nel solco della legge. Le somme erano disponibili da tempo e tutto questo si sarebbe potuto evitare se l’Ati avesse accettato prima la procedura da noi proposta ossia l’emissione di un Durc negativo, con pagamento diretto dal Comune all’Inps e il successivo sblocco delle somme dovute alle cooperative e quindi ai lavoratori”.

Il Sindaco ha tenuto a ringraziare sia i sindacati sia i lavoratori “che, pur in una condizione di grande disagio, hanno adottato forme di protesta tali da garantire la qualità del servizio dimostrando un grande rispetto per il proprio lavoro e per la funzione sociale rivestita”.

L’assessore Trojano, sottolineando che i lavoratoririmangono comunque in stato di agitazione, ha annunciato per la prossima settimana un’altra riunione con sindacati e Ati sui successivi pagamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento