Asili nido, scongiurata la chiusura: nuovi servizi per i più piccoli

Il costo, diviso in due sole rette, sarà di 140 euro per mezza giornata e 250 per il tempo pieno. "E’ previsto inoltre il passaggio da 540 a 740 bambini – ha spiegato l’assessore al Welfare Fiorentino Trojano –e di conseguenza ci saranno nuovi posti di lavoro"

Scongiurata la chiusura per 14 dei 15 asili nido comunali. E’ il risultato del nuovo progetto dell’amministrazione Bianco, prossimamente al vaglio del consiglio comunale, che mira a rilanciare il servizio scolastico destinato ai più piccoli incrementando i servizi e abbattendo i costi di gestione senza alterare i livelli occupazionali. Nel 2014 è previsto un risparmio di 550mila euro a fronte di un aumento dei bambini.

Il piano di ristrutturazione prevede un metodo di gestione degli iscritti con formula mista. Se nel 2012 il rapporto operatore-bambino era 1 a 6,senza differenziazioni, in futuro si passerà ad 1 a 6 per i lattanti e 1 a 10 per i bimbi già autosufficienti. Il nuovo orario d’apertura prolunga di 1 ora la chiusura dei cancelli, fissata per le 18 e 30. 

Il costo, diviso in due sole rette, sarà di 140 euro per mezza giornata e 250 per il tempo pieno. "E’ previsto inoltre il passaggio da 540 a 740 bambini – ha spiegato l’assessore al Welfare Fiorentino Trojano –e di conseguenza ci saranno nuovi posti di lavoro. Un successo che abbiamo condiviso con i sindacati, oggi al nostro fianco in questa importante vittoria".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento