Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Asp 3 e la rivoluzione degli ospedali: in arrivo pasto "cook and chill"

I cibi vengono prima cucinati e, quando pronti, vengono raffreddati all'istante con particolari tecniche. Freddi viaggiano fino all'ospedale dove vengono nuovamente riscaldati

La rivoluzione degli ospedali catanesi, parte dalla cucina. L'Asp 3 di Catania, infatti, bandirà la gara per il servizio mensa con il sistema "Cook and chill". Per capirne di più, finora, i pasti venivano cucinati lontano dagli ospedali e trasportati a temperatura non inferiore a 60 gradi fino ai reparti. Il risultato è stato sempre un pasto immangiabile.

Con questa rivoluzione prospettata dall'Asp, cambierà il sistema di cottura e di distribuzione dei pasti ai pazienti degli ospedali. A spiegare la procedura è la dottoressa Elena Alonso, responsabile del Sian ( Servizio igiene alimenti e nutrizione): " Sappiamo che, in alcuni ospedali ci sono le cucine, ma utilizzarle costa troppo e, soprattutto, è difficile effettuare un ottimo controllo igienico sanitario. Abbiamo, così, pensato di adottare il sistema "cook and chill", utilizzato con ottimi risultati nel Nord Italia".

"Cook" significa cucinare, "Chill" raffreddare. In base a questo metodo, i cibi vengono prima cucinati e, quando pronti, vengono raffreddati all'istante con particolari tecniche. Freddi viaggiano fino all'ospedale dove vengono nuovamente riscaldati appena prima di essere consegnati al paziente.

"Ci sarà un unico centro - precisa la dott.ssa Alonso- di cottura dove verranno cucinati tutti i pasti degli ospedali dell'Asp. Questi, poi, saranno trasportati freddi fino agli ospedali dove saranno riportati a temperatura ottimale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asp 3 e la rivoluzione degli ospedali: in arrivo pasto "cook and chill"

CataniaToday è in caricamento