Assenteismo all'Asp, 19 a giudizio: tra loro anche il fratello di Lombardo

La prima udienza del processo si terrà l'11 novembre prossimo, davanti la prima sezione penale del Tribunale di Catania

Il Gup Alessandro Ricciadolo ha rinviato a giudizio 19 dipendenti dell'Azienda sanitaria provinciale (Asp) di Catania accusati di truffa nell'ambito di un'inchiesta della locale Procura su presunti casi di assenteismo nelle sedi di Gravina, Tremestieri Etneo e Sant'Agata li Battiati.

Tra loro anche Angelo Lombardo, fratello dell'ex governatore della Regione Sicilia e ex leader del Mpa Raffaele, a processo per concorso esterno all'associazione mafiosa. Al centro delle indagini accertamenti dei carabinieri del Nas che hanno piazzato delle telecamere davanti all'orologio marcatempo di ingresso e uscita dal lavoro.

L'osservazione è durata per brevi periodi alla fine del 2014. L'accusa, a vario titolo, è di essersi allontanati dal lavoro dopo avere timbrato o di avere affidato il proprio badge a altri colleghi che lo 'strisciavano' in loro assenza. Il procuratore Carmelo Zuccaro e il sostituto Fabio Regolo avevano chiesto il loro rinvio a giudizio.

L'Asp si è costituita parte civile con l'avvocato Isabella Altana. La prima udienza del processo si terrà l'11 novembre prossimo, davanti la prima sezione penale del Tribunale di Catania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, nuova ordinanza regionale: ecco le restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento