Asp Catania, al via la settimana delle malattie sessualmente trasmissibili

Dal 25 novembre all'1 dicembre, l'ospedale S.Marta e S. Venera di Acireale, l'ospedale Maria SS.ma Addolorata di Biancavilla, l'ospedale Gravina di Caltagirone, il Pta San Giorgio e il Pta San Luigi, saranno aperti al pubblico

Saranno cinque i punti di accesso dell'Asp di Catania coinvolti nella Settimana della prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili promossa dall'assessorato regionale alla Salute. Dal 25 novembre all'1 dicembre, l'ospedale S.Marta e S. Venera di Acireale, l'ospedale Maria SS.ma Addolorata di Biancavilla, l'ospedale Gravina di Caltagirone, il Pta San Giorgio e il Pta San Luigi, saranno aperti al pubblico dalle 8 alle 17 (8-12 l'1 dicembre) per fornire informazioni ed effettuare, senza ricetta medica, test su Hiv, Hcv, sifilide, gonorrea e clamidia.

"Accogliamo e condividiamo l'invito dell'assessore Razza a intraprendere con molta cura questa campagna di sensibilizzazione - afferma il direttore generale dell'Asp di Catania Maurizio Lanza - La nostra priorità sono i giovani ai quali rivolgiamo l'invito a eseguire i test e a cogliere questa opportunità per imparare a vivere la sessualità in sicurezza, adottando poche ma importantissime regole di prevenzione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La prevenzione è fondamentale per contenere il proliferare di queste infezioni - spiega il direttore sanitario dell'Azienda sanitaria catanese Antonino Rapisarda - È importante ricordare che le infezioni sessualmente trasmissibili riguardano entrambi i partner e, pertanto, è la coppia che in caso di contagio deve essere trattata per una eradicazione della malattia, impedendone così l'ulteriore diffusione. A maggior rischio di evoluzione sono quelle a trasmissione virale, tra cui l'Aids è sicuramente la più conosciuta. Per questa ragione non dobbiamo mai abbassare la guardia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento