Asp, si celebra a Catania il Peer Day 2017

Nell’anno scolastico che sta per concludersi sono stati coinvolti nei percorsi di formazione 230 studenti che hanno raggiunto con interventi di peer education oltre 700 allievi

A conclusione delle attività di peer education e promozione della salute nell’anno scolastico 2016-17, l’Uo Educazione e promozione alla salute, diretta dal dott. Salvatore Cacciola, organizza per domani, giovedì 11 maggio, alle ore 9.00, presso l’IPSSAR “Wojtyla” (plesso di via Raccuglia), la XV Giornata della Peer Education. La peer education è “la comunicazione fra coetaneo e coetaneo” ed indica l’influenza formativa, reciproca e continua, esercitata tra persone che appartengono al medesimo gruppo. Questa metodologia di intervento, ormai accreditata in diversi Paesi europei e riconosciuta dal CCM (Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie) del Ministero della Salute, è stata adottata dall’UO Educazione e promozione alla salute da circa vent’anni e si è rivelata particolarmente efficace nei programmi di promozione della salute che coinvolgono gli adolescenti. Comunicare tra ragazzi della stessa età usando linguaggi e forme espressive più vicine al loro “mondo della vita” rende più efficace l’intera strategia di prevenzione primaria. Parteciperanno alla giornata, studenti peer educators, docenti tutor, referenti di educazione alla salute, dirigenti scolastici ed operatori dell’Azienda sanitaria provinciale che si occupano di promozione della salute con gli adolescenti. 

La Giornata ha come obiettivo l’incontro ed il confronto di esperienze tra gruppi di peer educators che hanno seguito percorsi formativi su diverse tematiche (sessualità, alimentazione, alcol, fumo, sicurezza stradale) e che hanno cercato le strategie più efficaci per comunicare con i coetanei (video, locandine, focus group…), svolgendo attività di peer education nei rispettivi istituti. Nell’anno scolastico che sta per concludersi sono stati coinvolti nel percorso di formazione 230 studenti che hanno raggiunto con interventi di peer education oltre 700 allievi. Il programma della giornata prevede un lavoro di approfondimento in sottogruppi (world cafè), condotto da studenti peer educators, per la presentazione delle diverse esperienze.

Gli istituti di istruzione coinvolti sono: - Istituto “G. Ferraris” di Acireale; - Liceo “F. Redi” di Belpasso; - ITI “G. Ferraris” di Belpasso; - Liceo Artistico “M.M. Lazzaro” di Catania; - Liceo “C. Marchesi” di Mascalucia; - Liceo Politecnico del mare “Duca degli Abruzzi” Catania; - IIS “E. Fermi-F. Eredia” Catania; - ITI “Archimede” Catania; - Istituto “Moravia” di Catania; - IPSSAT “Rocco Chinnici” sede di Santa Maria di Licodia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento